Etichette

recensioni (57) selfpublishing (46) kindle (36) kobo (36) onwriting (34) indie (33) scrittura (32) thriller (31) selfpub (29) giallo (19) cinema (13) film (13) fantascienza (11) leggere (11) sciencefiction (10) scrivere (9) SecondaGuerraMondiale (6) shoah (6) autoeditoria (5) romanzistorici (5) Fiction (4) Stephen King (4) amazon (4) ebrei (4) fatalflaw (4) fumetti (4) graphicnovel (4) carabinieri (3) distopia (3) mistery (3) umorismoebraico (3) 1992LaSerie (2) 22/11/1963 (2) 25aprile (2) 6/6/1944 (2) AmandaKnox (2) Camilleri (2) EXTRAVERGINEDAUTORE (2) Eichmann (2) IIGuerraMondiale (2) JohnGrisham (2) KDP (2) KenParker (2) Meredith (2) Montalbano (2) RICCARDOBRUNI (2) Resistenza (2) SELFPQ16 (2) Yara (2) autopubblicazione (2) ebraismo (2) genialità (2) giornatamemoria (2) mitvah (2) procedural (2) procedurale (2) recensire (2) review (2) teatro (2) witz (2) 007 (1) 11/22/1963 (1) 16/10/1943 (1) 1993LaSerie (1) 1994laSerie (1) 7/10/1973 (1) AldoMoro (1) AndrewGarfield (1) AngelodiNeve (1) Antonio Gerardi (1) ApolloCreed (1) AttimoFuggente (1) BarrieraInvisibile (1) Bauer (1) Ben Hur (1) Bossetti (1) BostonGlobe (1) Bouchercon (1) BrigateRosse (1) CaptainFantastic (1) CaseyAffleck (1) Charlton Heston (1) ChiaraAppendino (1) ClaudioSantamaria (1) Corruzione (1) Dallas (1) DelittoMoro (1) DesireePedrinelli (1) Domenico Diele (1) EichmannShow (1) EmmaStone (1) Episodio VII (1) Erba (1) Fabiola Gravina (1) ForzaItalia (1) GabrieleMainetti (1) GeneKelly (1) George Gershwin (1) George Lucas (1) Gioadebonis (1) GrayMountain (1) HacksawRidge (1) Harendt (1) HermannMelville (1) IleniaPastorelli (1) InTheHeartofTheSea (1) Inchieste (1) Isola Misteriosa (1) James Bond (1) JeegRobot (1) John Kennedy (1) John le Carré (1) JohnWick (1) JuliaRoberts (1) Julio Verne (1) KennethLonergan (1) King Kong (1) Kong (1) La Scelta (1) La Spia Perfetta (1) LaLaLand (1) LaZonaMorta (1) Laura Chiatti (1) Le Carré (1) Lee Harvey Oswald (1) LegaNord (1) Lettricealcontario (1) Lew Wallace (1) Lingotto (1) LucaMarinelli (1) LuciaCantoni (1) ManchesterByTheSea (1) Marsilio (1) MelGibson (1) Miriam Leone (1) MobyDick (1) Moni Ovadia (1) Mossad (1) MostrodiFirenze (1) Musical (1) NathanielPhilbrick (1) Nazismo (1) NicolaGuaglianone (1) Normandia (1) Olindo (1) Oscar (1) PUBBLICARE (1) Pacciani (1) PaoloCucchiarelli (1) Philip K. Dick (1) PieroTony (1) PontealleGrazie (1) RaffaeleSollecito (1) RagnarJonasson (1) RhomaG. (1) RockyBalboa (1) RonHoward (1) Rosa (1) RyanGosling (1) SalTo17 (1) SalonedelLibro (1) SarahScazzi (1) Sbarco (1) Skull Island (1) SkyTv (1) Soldato Ryan (1) Sollecito (1) Spielberg (1) Stallone (1) StarWars (1) Stefano Accorsi (1) Steven Spielberg (1) Tangentopoli (1) Tea Falco (1) TheReader (1) TimBurton (1) USA (1) Unione Sovietica (1) ViggoMortensen (1) VincentMinnelli (1) aereo spia U2 (1) antisemitismo (1) attentato (1) balenabianca (1) banshee (1) betareading (1) blogger (1) capolavori (1) corsari (1) crichton (1) divisionecarriere (1) editoria (1) elena loewenthal (1) fiera del libro (1) formazione (1) guerra fredda (1) hachette (1) hollywood (1) indipendenza (1) israele (1) legalthriller (1) libri (1) lisbethsalander (1) maccartismo (1) millennium (1) musica americana (1) neilsimon (1) palestina (1) pirati (1) piùlibripiùliberi (1) processo (1) retro (1) romanzi (1) romanzo (1) sarah glidden (1) skyatlantic (1) smashwords (1) spionaggio (1) spotlight (1) spystory (1) sterminio (1) storia (1) supereroi (1) vescovi (1) yiddish (1)

Qualcuno che ti protegga





















Parigi, 1947. René ha poco più di vent'anni e vive accampato in un seminterrato. Lavora come mozzo, dice lui, in una rivista di ricerca storica parigina, Liberté!, che gli permette di seguire la sua passione per la storia contemporanea.

Ha un rapporto difficile con la madre Stella, un'insegnante di danza che si è fatta in quattro per crescerlo nella Parigi occupata, schivando con abilità i rastrellamenti degli Ebrei, e soffre per la mancanza del padre mai conosciuto.
Quando il suo giornale riceve la notizia di clamorose rivelazioni sui Ranger che conquistarono la casamatta a Pointe-du-Hoc, Henri, il capo-redattore, lo invia sul posto per approfondire.
A sostenere questa ipotesi oltraggiosa della memoria dei vivi e dei morti, è un certo Gaillard. "Non tutti i Ranger furono eroi", dice, "perché io passai la giornata del 6 giugno nascosto dai bombardamenti in una capanna, in compagnia di uno di loro". René ha sempre ammirato l'operazione di quel manipolo di coraggiosi, ma non può esimersi dal ricercare la verità in quella storia.
Da qui, sullo sfondo della Terza Commemorazione dello Sbarco, René, a cavallo di due continenti, troverà inaspettatamente l'abbrivio per risolvere in maniera definitiva i molti nodi della sua esistenza.

***

INCIPIT
Scrivere la Storia
«Dai René, tocca a te. Muoviti, su. Non deludermi, eh!»
Così dicendo, Henri Fournier, il Redattore Capo, mi passò il foglietto dalla sua grossa mano. Lo presi e lo lessi. Lui mi fissò ancora per qualche secondo, il capo un po’ di sbieco, poi rimise il sigaro in bocca e mi diede le spalle, tornando alla sua scrivania dietro la porta trasparente del suo ufficio. Riconobbi per l’ennesima volta la fibbia di ferro delle bretelle rosse tra le sue scapole. Ogni volta che mi dava un incarico, concludeva con Non deludermi, eh! come se in realtà non si attendesse altro da me che l’ennesima delusione. Sul foglietto c’era scritto: Prepara il pezzo per la commemorazione, cinquanta righe, una foto, pagina sette. Commemorazione? La mia espressione doveva essere molto eloquente, perché Marie, la segretaria, che aveva osservato tutta la sequenza ed era abituata ai modi di Henri, parlò prima che potessi aprire bocca.
«Il 6 giugno, la commemorazione a Pointe-du-Hoc, René. Sei l’unico a non saperlo. Stanno ordinando il materiale che hanno trovato dalla fine della guerra, roba da riempire tre o quattro musei. Anche il governo si sta interessando.»
La guardai più o meno come avrebbe fatto un pesce lesso. L’unico a non saperlo. Lo dici tu. La commemorazione annuale dello Sbarco a Pointe-du-Hoc, una delle tante celebrazioni in quella terra che era diventata celebrazione essa stessa. Tre anni erano passati ed era come se fossero stati un solo giorno. Tutti ricordavano benissimo, tutti sapevano cos’era successo. I soldati venuti da lontano erano stati veramente eroici, oltre la propaganda e le loro intenzioni. Sembrava che la Normandia fosse stata creata solo per accoglierli un giorno, permettere loro di compiere gesta immortali e salvarci tutti. Avevano cambiato le sorti del mondo intero, c’era poco da dubitarne. Come dimenticare?
«Lo so, lo so. Solo non mi aspettavo che mandasse me.» Cercai di riprendermi.
«Sa che hai studiato storia. Forse è arrivato il tuo momento, che dici?» Marie cercava sempre di incoraggiarmi. Credo che lei mi vedesse sempre un po’ con la testa per aria. In effetti era così che mi sentivo: sotto osservazione, sempre a dover dimostrare qualcosa.
«O magari ha promesso il pezzo a qualcuno dei suoi amici ma non ha nessuno da mandare.» Marie non rispose. «Ma non fa niente, non ti preoccupare. Certo che ci vado.»

***

Acquistalo ora per KindleKobo o in versione cartacea!

***

QUALCUNO CHE TI PROTEGGA (romanzo di formazione), 57 K, 66 sessioni dal 30 ottobre 2015
852 1518 2510 3348 3935 4997 5177 5438 6135 6957 7495 8088 8777 9542 10310 10871 13454 14245 15546 16591 16873 17907 18208 19306 19658 20366 21985 24367 24730 25863 26538 27304 28123 28935 29670 30719 31081 31632 32503 33368 34416 34793 35785 37568 38836 39971 40420 41145 41721 42152 43284 44545 45228 45945 46359 47132 48064 49182 50420 50810 52045 53176 54186 54828 55791 56741 56953 57038



Nessun commento: